Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo Sito utilizza cookie in conformità alla cookie policy del Sito. Cliccando su OK o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni clicca qui.

Coronavirus

Leggi tutti le notizie relative all'emergenza CORONAVIRUS

Clicca Qui

cenniSu di una collina, circondata da altri piccoli monti, a 180 metri circa sul livello del mare, poggia Montemesola.

Si ritiene che il suo nome tragga origine dalla stessa posizione topografica. Il paese, infatti, si distende "poggiato" sul piano della collina in forma più o meno ellittica che a confronto con i retrostanti monti viene a configurarsi come una mensola.
Quindi "Mensulae" dal latino Montis-Mensulae significherebbe Mensola del Monte.
Col tempo poi, come è successo per tanti vocaboli di derivazione latina, il nome si è trasformato in Montemesola.
La sua posizione è veramente incantevole, perché domina in bellissimo panorama il golfo di Taranto, la vallata da Grottaglie a San Giorgio e l´estesa pianura fino a Pulsano, Leporano, Talsano.
A prima vista Montemesola sembra una fortezza, nella quale, inizialmente, si accedeva da quattro porte denominate: quella a nord San Martino; quella ad ovest San Gennaro; quella ad est San Francesco de Paola; la quarta a sud, poi abbattuta, Porticella.
Le porte urbiche sono state di recente restaurate. Le porte di San Gennaro e San Francesco recano lo stemma della casa marchesale Saraceno rappresentante la testa di un moro e le armi in bassorilievo.

 

   

 

 

 

cenni storici 2